• Presentata mozione per regolamentare il tempo degli interventi necessario ai Presidenti di Commissioni

    Presentata mozione per regolamentare il tempo degli interventi necessario ai Presidenti di Commissioni

    I presidenti delle commissioni consiliari comunali sono investiti di particolari compiti. Oltre ad esercitare il diritto, che spetta ad ogni consigliere, di esprimere la propria opinione nei loro interventi in Consiglio comunale, essi hanno anche il dovere di riferire circa le decisioni prese dalle commissioni che presiedono, spiegando ragioni e motivazioni delle stesse, e pertanto necessitano di un tempo adeguato, sicuramente maggiore rispetto a quello previsto per gli altri loro colleghi consiglieri.

    Purtroppo però, il Regolamento del Consiglio Comunale, in particolar modo dall’art. 71 all’art. 75 compreso, vale a dire gli articoli che regolamentano la durata degli interventi dei consiglieri comunali, mette sullo stesso piano consiglieri semplici e presidenti di commissione non permettendo a questi ultimi di poter usufruire del tempo necessario per relazionare al Consiglio Comunale il lavoro delle commissioni che presiedono.

    In virtù di ciò, durante la seduta consiliare del 13 marzo 2018, il consigliere dem Emanuele Lombardo, presidente della Commissione urbanistica, ha presentato in qualità di primo firmatario una mozione sottoscritta da tutti gli altri suoi colleghi che come lui rivestono il ruolo di presidente di commissione consiliare, vale a dire Michele Brugnara, Paolo Serra, Silvio Carlin, Andrea Merler e Gianni Festini Brosa, in cui si chiede alla Presidente del Consiglio Comunale, Lucia Coppola, di predisporre una modifica del Regolamento del Consiglio Comunale al fine di prevedere in futuro la specificazione di un adeguato tempo per gli interventi dei presidenti delle commissioni consiliari

    Lascia un commento →

Lascia un commento

Cancella risposta

Photostream